AVVENTO 2022

I ceri dell'Avvento: le luci che ci accompagnano alla Nascita di Gesù.
Anche quest'anno nella prima domenica di Avvento, il 27 novembre, si accende in Basilica una candela, sopra un candeliere ornato di fronde di pino, che insieme ad altre tre, accese nelle domeniche successive, rischiarerà la strada verso il Natale.
È una tradizione recente, di origine del nord Europa: presso quei popoli era chiamata la “corona di Avvento" e che si è consolidata da noi dopo la seconda guerra mondiale.
Ci ricorda che la luce è guida, sicurezza per l’uomo, che attraversa la Storia in cerca di un senso, di chiarezza: in cerca di Dio. Quella luce, oltre ad essere un segno visibile collocato accanto all’ambone su candelieri ben decorati da rami di pino e abete, vegetazione sempreverde, simbolo di speranza e vitalità, è richiamo alla Luce cui ci invita la Sacra Scrittura per tutto il percorso di Avvento, fino alla nascita del Figlio di Dio, la vera Luce.
Le quattro candele hanno un nome e le si identifica infatti con la parola di Dio che accompagna la liturgia fino al Natale.
La prima candela è detta “del Profeta“, poiché ricorda il profeta Michea, che aveva predetto che il Messia sarebbe nato a Betlemme e simboleggia la speranza.

La seconda candela è detta “di Betlemme “: essa ricorda la città in cui è nato il Messia, e simboleggia la salvezza che viene da Dio.

La terza candela è quella “dei pastori “, i primi che ricevettero l’annuncio degli angeli e corsero ad adorare Gesù: questa simboleggia la gioia, lo stupore di fronte alla meraviglia che Dio consegna all’umanità nel suo Figlio.

La quarta candela è detta “degli Angeli “, i primi ad annunciare al mondo la nascita del Salvatore. Simboleggia l’amore.

Al di là del significato simbolico, è bello evidenziare il progressivo cammino della luce, che lentamente avanza e rischiara l’ambiente circostante. È il simbolo del cammino cristiano che ci porta verso Gesù che viene ancora una volta per squarciare le tenebre intoro a noi e portarci un segno di gioia, di festa e di vita.


In questo tempo di Avvento, chiediamo al Signore che ci aiuti a mantenere accesa nella nostra vita la lampada della fede e ad essere preparati per ricevere la sua visita, che ci riempie di pace e di gioia.

(Papa Francesco - @Pontifex_it)

Nel Vangelo (Mt 24, 37-44) di questa I Domenica di Avvento, Gesù invita a vegliare in attesa della sua venuta.

 

 

CONDIVIDI SU