BASILICA DI SAN NICOLÒ

postato in: GENERICA | 0

 

Dall’11 al 15 ottobre l’Oftal riprende i pellegrinaggi verso la grotta di Lourdes

DI TIZIANO GUBETTA*

Andare a Lourdes in questo anno potrebbe sembrare un’impresa rischiosa non da poco.

Eppure diverse sezioni diocesane dell’Oftal lo hanno già fatto in questi ultimi mesi, certamente a ranghi ridotti. Alcune in aereo ed altre in bus. C’è ancora molto timore, ci sono ancora molte limitazioni, eppure qualcosa si muove.
A Dio piacendo anche la nostra diocesi muoverà in pellegrinaggio dal lunedì 11 ottobre al venerdì 15 prossimi. Considerando che non si possono accogliere molti ammalati, perchè ci sono pochi posti riservati presso l’Accueil Marie Saint-Frai, ed anche durante il viaggio ci sono ovviamente molte regola da seguire, si può dire tranquillamente che le iscrizioni sono praticamente terminate. Non è infatti possibile prevedere più di due pullman, che possono essere occupati all’ 80%. Si prevedono al momento una cinquantina di iscritti, tra ammalati, personale e pellegrini.
Al nostro pellegrinaggio diocesano si aggregherà quest’anno il pellegrinaggio diocesano di Genova, che ha preferito questo periodo dell’anno rispetto a quello consueto del mese di giugno. Le attese e i desideri sono davvero tanti, ma la voglia di ritrovarsi davanti alla Grotta ai piedi di Maria Immacolata è molto di più. Colei che ci è Madre non disprezzerà le nostre suppliche e i nostri buoni propositi e li esaudirà.

* delegato vescovile per l’Oftal


Sinodo e Anno pastorale alla due giorni del clero

ALBENGA

A ll’inizio del nuovo anno pastorale con la lettera del vicario generale, monsignor Ivo Raimondo, il clero diocesano è stato invitato a partecipare al consueto incontro di due giorni, precisamente il 16 e il 17 settembre presso il seminario vescovile di Albenga. È l’incontro che segna l’inizio delle attività e degli incontri periodici del clero, dopo un’estate all'insegna di campi e oratori parrocchiali. Nella prima mattinata, che inizierà alle 9.30 con la preghiera dell’Ora Terza, il tema è affidato a monsignor Franco Giulio Brambilla, vescovo di Novara: «Annunciare il Vangelo in un tempo di rinascita. Le sfide di una autentica sinodalità». Il tema si riallaccia al Sinodo che sarà aperto da Francesco il 10 ottobre e la domenica successiva, da ogni vescovo nella propria diocesi. Come ricorda il cardinale Mario Grech, segretario generale della Segreteria del Sinodo dei vescovi, «di fatto non sarà più un Sinodo dei vescovi, ma un’assemblea ecclesiale dove la sinodalità diventi modalità abituale di essere Chiesa». Il vescovo Guglielmo Borghetti, nella seconda mattinata, presenterà la relazione introduttiva all’anno pastorale 2021/22 dedicato al tema «Dalla pastorale “della” famiglia alla pastorale “di” famiglia». Gli incontri avranno inizio alle 9.30 con la recita dell’Ora Terza e si concluderanno con il pranzo alle 12.45.

Articolo del quotidiano: Avvenire/Ponente7

CONDIVIDI SU